A.S.D. AQUILE MOLFETTA

QUI AQUILE MOLFETTA: 3-2-1…START UP!!





















Parte anche quest’anno (ed è il 12°!!) la fase preliminare della stagione sportiva del futsal di Molfetta.

Comincia dalla fase più delicata della stagione, quella del primo approccio al campo ed al gruppo, quella della preparazione atletica. Guidati dal duo Lucivero – Di Liddo e sotto l’attenta supervisione dell’intero staff tecnico, i ragazzi di mister Allegretta hanno affrontato in settimana l’incontro n° 0 dell’anno, in vista del primo ciclo di appuntamenti stagionali, la Coppa Italia Regionale, prevista per i primi di settembre.

Il gruppo al completo, tutti presenti all’appello, si è sottoposto al primo start, interamente incentrato sull’allenamento alla prestazione fisica.


I biancorossi proseguiranno il percorso atletico ogni giorno presso la struttura sportiva Palapanunzio, in via Giovinazzo, a partire dalle ore 20,00.


“Ho notato sin da subito un gran gruppo che al di la degli aspetti tecnici ha palesato una compattezza ed una unità d’intenti, indispensabile per fare la differenza…orgoglioso di essere il loro DS!”

L’ultima parola a Francesco Rapicavoli, alla direzione di quello che per lui si prospetta essere il grande gruppo di una orgogliosissima stagione.

 


Ornella Amato

Fiocco Rosa in casa Aquile!!


























La stavamo aspettando con ansia e finalmente è arrivata!!

E’ nata GIOIA!! La prima tifosa biancorossa in casa del Presidente Donato de Giglio!

A lui, alla moglie Chiara ed a tutta la sua famiglia, vanno gli AUGURI da parte di squadra, staff, dirigenti e tutti i tifosi delle Aquile Molfetta.

I NUOVI COLORI DELL’ESTATE BIANCOROSSA: TIBI MAGUREAN VOLA CON L’AQUILA!



























Il nuovo super colpo dell’estate biancorossa è già pronto per essere servito, fresco fresco di conferma e gustosamente prelibato: l’eclettico laterale dalle sfumature difensive è tecnicamente superiore ed agile sull’uomo da sfuggire, ha uno spiccato fiuto del gol, ed è pronto ad indossare la nuova maglia per mescolare l’azzurro, il giallo ed il rosso della sua terra natia, la Romania, con i colori dell’Aquila. E’ Tibi Magurean, classe 1979, esperienza e carattere in campo al servizio di Molfetta, che acquista così, con il forte rumeno – biscegliese di adozione – una importante marcia in più per la prossima esplosiva stagione. L’ex Olimpiadi Bisceglie, Margherita di Savoia, Givova Ruvo e Futsal Capurso, dopo aver toccato nella sua carriera le sponde di categorie superiori, sbarca quest’anno nella città “fatta di miele” per deliziarci del suo buon gioco:

“Dopo un lungo periodo di trattative anche con altre squadre, ho deciso di firmare per le Aquile Molfetta ed ho fatto questa scelta perché so che Molfetta è una buona vetrina per il calcio a 5, sport molto seguito, perché la rosa mi piace molto, perché ho tanta stima nei confronti dell’allenatore, e credo che la mia esperienza potrà essere utile per raggiungere obiettivi in cui la società crede davvero. Sono contento di essere qui e, per il resto… nulla, mi piace parlare in campo!”


Determinazione e risolutezza fanno di Tibi un’altra nuova gemma preziosa di questo gioiellino datato 2015/2016 , in attesa che, sotto i riflettori del sabato pomeriggio, splenda al meglio in tutto il suo valore.


Benvenuto Tibi!

 


Ornella Amato






L’AQUILA CHIUDE LA SARACINESCA: C’E’ GIOVANNI RUTIGLIANI

Riconferme in retroguardia a corazzare l’Aquila reale. Il re del cielo dalle grandi ali forti si aggiudica ancora, per la prossima stagione, la precisione e l’esperienza tecnico-tattica di un grande centrale difensivo, Giovanni Rutigliani, ruvese in biancorosso già da tante passate esperienze, e di nuovo ad indossare il numero 12 sotto i riflettori del Palapoli.


Curriculum più ricco per “il Prof”, che vivrà l’opportunità testandosi alla guida dei giovani Under 18:

“Tra me e la società c’è stata subito intesa. Sono felicissimo di essere nuovamente un giocatore biancorosso. Quest’anno avrò il compito di allenare l’Under 18, una realtà importantissima per il futuro della prima squadra”


… perché qui a Molfetta tutto torna, tornano i conti e tornano i grandi!


Buona stagione Giovanni!

 


Ornella Amato

CAPITAN CIRILLO AL TIMONE DELLE AQUILE MOLFETTA

da sx il DS Rapicavoli e Nico Cirillo
da sx il DS Rapicavoli e Nico Cirillo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 






Nico Cirillo qualcosa da raccontare su queste Aquile Molfetta ce l’ha! Sa dirci di aver indossato questa maglia tanto amata per ben 55 volte, e di aver baciato la stessa per altre 28, dopo aver gonfiato la rete. Lui questi colori li conosce da sempre, da un altro nome, da un’altra storia, e non ha mai smesso di scrivere, insieme ai compagni vecchi e nuovi e tra un’esperienza e l’altra che l’ha portato altrove e l’ha sempre riportato qui, questo libro di favole bellissime, dove l’Aquila, alla fine, vince sempre!

 

Il Capitano in biancorosso racconta così l’emozionante responsabilità di vestire la fascia di rappresentanza del futsal molfettese:

“Ovvio, sono contentissimo di una riconferma che era già stata palesata dal presidente De Giglio già dopo la finale di Supercoppa: qualora avessi voluto, la mia maglia sarebbe stata già lì, pronta per l’anno successivo, e pensavamo fosse in B, ma pur ricominciando dalla C per me non cambia se i colori da indossare son questi che amo. Son contento anche perché il nuovo Mister è stato felice di avermi, e perché rappresento questa squadra anche quest’anno, sperando magari di riuscire a fare il salto che non ci è riuscito lo scorso anno. Vorrei dire tante cose ma il mio attaccamento mi limita un po’, perche sono talmente tanto innamorato di questa squadra che evito troppe parole, felice di aver ricevuto questa fiducia e responsabilità. Questa fascia è una responsabilità, pur non avendone bisogno per sentire addosso la voglia di dare il meglio di me.

 

 

E che tutto vada come tutti ci auspichiamo, e soprattutto meritiamo!”

 

 

Un in bocca al lupo al prossimo capitano aquilato, “genitore” di una famiglia che già promette buone cose, e per la quale non vediamo l’ora di gioire dei risultati, figli di duro lavoro e fortissima passione!

 

 

Ornella Amato

L’AQUILA NON MUORE MAI: LA LEGGENDA E’ TORNATA. 

da sx il Presidente De Giglio, il DS Rapicavoli, il pistolero Colangelo ed il Team Manager Metta
da sx il Presidente De Giglio, il DS Rapicavoli, il pistolero Colangelo ed il Team Manager Metta

  

L’Aquila quest’anno “spara”.

 

Puo bastare?

 

L’Aquila quest’anno vuole esagerare. Non s’accontenta di volare. Vuole dominare il cielo.

 

E se anche questo non basta, quest’anno l’Aquila vuole lui. E lo ottiene. Vuole la leggenda col pallone incollato al magico sinistro, vuole l’artista maledetto, il fantasista della sfera, l’uomo dalla tecnica assoluta, dalla tattica infallibile, dall’esperienza innegabile, dall’elasticità impeccabile. L’uomo “dai gol a 3 cifre” è tornato, ha indossato altre maglie, ha ubriacato di meraviglia altri colori, ma torna qui, ad accarezzare il bianco ed il rosso, a sparare il pallone come solo lui sa fare, a riprendersi l’amore del suo pubblico, che difficilmente può mai averlo dimenticato. Torna qui, per non lasciar spazio a nessun avversario, per non sbagliare nessun colpo, per esagerare, come sempre. Perché tra i pivot, lui, è Il pivot.

 

“Sono tornato a Molfetta perché il legame con questa squadra, con questa società, va oltre la categoria ed il campionato che si dovranno affrontare.  Ringrazio il Mister, Allegretta, che nutre una grande stima nei miei confronti, ed i dirigenti tutti, a cui sono legato.

Tornare a Molfetta non significa finire la mia vita calcistica, primo perché non ho alcuna voglia di finire… Secondo perché mi piacerebbe aiutare i miei compagni a riportare Molfetta sui palcoscenici che merita!”

 

Bentornato pistolero, buona nuova mitragliante avventura, bomber. Buon volo, Nico Colangelo!

 

 

Ornella Amato