Pari e gran spettacolo di gioco a Cassano.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le Aquile offrono un gran spettacolo a Cassano, per niente intimorite dagli otto punti di svantaggio in classifica e dalle dieci su dieci vittorie in casa della capolista.

Dopo un primo tempo combattuto e terminato sullo 0 a 0, i biancorossi si portano in vantaggio grazie ad una rete di De Scisciolo e potrebbero anche raddoppiare se lo stesso non si facesse ipnotizzare dal portiere locale. Il pari arriva su una punizione di seconda dal limite per chiamata dei 4 secondi, Sciannamblo realizza su schema. Le Aquile hanno ancora la possibilità di portarsi in vantaggio con Cirillo e Campaña, ma alla fine il risultato non cambia.

 

I TABELLINI

 

ATLETICO CASSANO  -  AQUILE MOLFETTA   1 - 1   (0-0 pt)

 

Atletico Cassano: 1.Genchi, 5.Vera, 10.Kiko, 11.Sciannamblo, 13.Barbosa, 2.Vinciguerra, 3.Belviso, 4.Mezzapesa, 8.Anastasia, 9.Lemonache, 15.Panarella, 12.Grieco.   All. Mastrocesare

 

Aquile Molfetta: 1.Stasi, 6.Acquaviva, 10.Cirillo, 11.De Scisciolo, 14.Campaña, 2.Barbolla, 5.Petruzzella, 7.Gadaleta D., 8.Minervini, 9.Murolo, 22.Mongelli, 12.Panunzio.   All. Allegretta

 

Arbitri: Sigg.ri Prisco (Lecce) e Corsini (Taranto)

 

Marcatori: 4'st De Scisciolo (AQ), 10' Sciannamblo (AC).

 

AmmonitiCampaña (AQ).

 

 

Pino Ragno

 

 

 

L’ORO E L’ARGENTO SI FONDONO NELLA SFIDA PIU’ RICCA 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Molfetta fa visita alla capolista Cassano

 

Si festeggia la terza vittoria consecutiva alla corte della Regina del cielo biancorosso, nella 5^ giornata di ritorno di un campionato già speso in 20 incontri giocati. Molfetta vince in casa la sfidante Futsal Club Polignano mettendo a segno 6 reti ed incassandone 5, una riuscita di misura per un incontro battuto a suon di azioni salienti al dolce sapore di energia ed all'amaro retrogusto di cedevolezza.

La rasoiata di Mongelli accende subito la luce sull'incontro, con la sua palla vincente che accarezza il parquet e risveglia l’angolo basso della rete difesa dall'estremo Napoletano; anche il fanalino di coda Polignano ci prova, impegnando Stasi in più riprese, e quando Acquaviva offre a Murolo l’occasione, ben tesa sulla linea di porta, quest’ultimo riscatta il fallimento con la seconda rete, assistito da De Scisciolo dopo un bel contropiede. Pericolosissimo Minoia, seguito dall’ “1-2 spettacolo” di Murolo e Mongelli e dai numerosi ribaltamenti di fronte, ma a chiudere i primi 30 minuti è il tocco aspro di Fiume, che accorcia dopo qualche insistenza dalle parti di Stasi.

Riapre l’ottimismo la bandiera Minervini con il 3 a 1, approfittando dell’audace uscita di Napoletano, e come un incantesimo che si ripeterà più e più volte, abbrevia immediatamente Lapertosa, favorito dallo sfortunato Stasi che agguanta e poi si lascia sfuggire la sfera verso la 2^ rete subita. Ora Mongelli, che coralmente imbastisce la 4^ rete del giorno, ora Fiume, che lambisce il palo e gioisce del fortunato rimbalzo dentro i pali, fotocopiano il meccanismo “gol fatto – gol subìto” di pochi secondi prima, ed ancora Acquaviva che centra il bel tiro secco, e Lapertosa che finalizza il calcio d’angolo, scopiazzano i predecessori. Ma non basta, e Gadaleta con il pallonetto perfetto del 6 a 4 seguito da Fiume su punizione diretta del 6 a 5, firmano le ultime rispettive reti della movimentata diatriba. Bellissima la traversa centrata da Campana che riceve direttamente da Stasi e si rovescia al tiro, e fino all’ultimo secondo, con il loro Lapertosa portiere volante, non manca il sussulto con Fiume che clamoroso non infila sulla linea e salva, involontario, la giornata delle Aquile.

 

La gara di domani non ha eguali, si preannuncia elettrica ed imperdibile in quel di Cassano, la ricca capolista in vetta ai sogni: Atletico Cassano 52 – Aquile Molfetta 44, un’occasione tangibile da non perdere in nessun senso. Appuntamento dunque al Polisportivo Comunale di Via Grumo – Km2 –  Cassano delle Murge, domani 06 Febbraio 2016, ore 16:00 in punto per un pomeriggio di fuoco.

 

Animi ardenti, spalti accesi.

 

Rompere il vetro in caso di incendio!

 

 

 

Ornella Amato